Balkan Tir

Prima di tutto Balkan Tir è un lungo automezzo carico di musicisti indiavolati, amanti delle ritmiche d’est europa e bisognosi d’incendiare sale da concerto istigando ogni genere di pubblico alle danze.

Un clamoroso camion danzante, uno sfondadogane musicali guidato sportivamente da elementi accuratamente selezionati dentro a due nòte band toscane già promiscue da anni. Trattasi dei Ragazzi Scimmia e della Baro Drom Orkestar.

I primi nella loro sapiente ricercata miscela di generi musicali hanno fin dai primi tempi (2008) messo in prima linea la loro passione per le musiche di stampo balkano, specializzandosi in brani cantati e super ballabili ispirati a Goran Bregovic, la No Smoking Orkestra di Emir Kusturica, Boban e Marko Markovic, la Kocani Orkestar, la Fanfara Ciocarlia e così via.Il power quartet della Baro Drom Orkestar con le loro czardas ungheresi, le hora rumene, passando attraverso le tradizioni greca ed armena fino a toccare il klezmer e la musica mediorientale hanno sempre teso ad identificare un possibile suono globale dell’Est Europa, riuscendoci molto bene e diventando in breve tempo un punto di riferimento per la world music italiana.

Sul poderoso Balkan Tir troviamo soltanto alcuni musicanaglie delle due formazioni. La musica balkanica se suonata con cuore italico viaggiatore trova una marcia in più: quella dove si è fissato il cambio del Balkan Tir.

Salite a bordo e buttate giù un goccetto di slivovitza che si parte.

Gabriele Mori: Voce
Guido Masi: Chitarra Elettrica
Modestino Musico: Fisarmonica
Nicola Cellai: Tromba
Piero Spitilli: Contrabbasso
Andrea Brogi: Batteria
Gabriele Pozzolini: Percussioni